Danimarca: vita da studente

2 comments

La Danimarca e tanti altri paesi europei come la Polonia, Scozia, Norvegia e Svezia offrono un’istruzione gratuita, ma ciò che molti non considerano è il fatto che solo le università sono gratuite. Infatti se non ci si informa e si fanno bene i conti prima di partire ci si può sbattere la testa contro una realtà non presa in considerazione.
Di seguito vi dirò 4 fatti riguardanti su cosa è gratuito e cosa no in Danimarca.

   Le università sono gratuite  

La Danimarca offre un’istruzione gratuita non solo ai cittadini danesi ma anche ai cittadini dell’unione europea, ai cittadini che vivono in paesi che fanno parte della SEE e ai cittadini svizzeri. L’iscrizione alle università è gratuita e dovete diffidare di agenzie che vi potrebbero chiedere dei soldi per iscrivervici.
Durante gli studi si fa accesso gratuito a software e programmi che sono essenziali per i vostri studi, come per esempio i pacchetti Microsoft office, java, e tanti altri e sono disponibili sulla vostra pagina personale dell’università.
Unica cosa a pagamento sono i libri, che costano parecchio. Tuttavia i professori spesso caricano sulla vostra piattaforma i capitoli da studiare oppure potete tranquillamente fotocopiarli. Un'altra alternativa è prenderli in prestito dalla biblioteca universitaria.
Spesso le università hanno una mensa ma questa non è gratuita.
Dentro le università ci sono aree dove si può dormire, durante i periodi di esame e sono disponibili dei bagni con docce. Molte università hanno anche un asilo nido anche esso gratuito.   

 Costo della vita

Anche se le università sono gratuite le altre cose no. Rispetto all’Italia il costo della vita è superiore, questo parò dipende dalla città nella quale desiderate studiare. La capitale, Copenaghen è la più costosa con affitti che possono sfiorare gli 800 euro per una stanza di piccole dimensioni. Dovete prendere in considerazione anche il deposito che si deve pagare quando si prende in affitto un appartamento.
Per quanto riguarda la zona peninsulare dello Jutland i prezzi degli affitti scendono ma ci sono sempre differenze abbastanza grandi da una città all’altra per esempio Arhus è molto più costosa rispetto a Horsens.
Gli alloggi per gli studenti spesso sono molto più costosi di un appartamento in affitto. 
Oltre all’affitto ci sono altre spese come internet e elettricità che pagate con 3 mesi di anticipo, quindi non vi spaventate se vi arriva una bolletta troppo alta, guardate con attenzioni quanti mesi dovete pagare.
L’acqua calda viene pagata come acconto, cioè una somma fissa ogni mese, poi a fine anno si fa il conguaglio, lo stesso vale anche per l’elettricità, ossia la somma da pare ogni mese è fissa.
Fare la spesa può essere costoso se non si fa attenzione agli sconti, gli alimenti più costosi sono la carne, i dolci, soprattutto il cioccolato e l’alcol. La frutta viene pagata al pezzo e una mela, una banana o una pera costano circa 26 centesimi al pezzo.

   Trasporti

Per quanto riguarda il trasporto in comune è più costoso rispetto all’Italia, ma se si è studenti si può richiedere una carta 'ung kort’ con la quale si ha un 50% di sconto sui mezzi di trasporto durante i giorni scolastici mentre nel weekend una percentuale minore. La carta non è gratuita e si devono pagare all’incirca 20 euro. Questa carta può essere utilizzata solo dagli studenti di età inferiore a 26 anni. 
Se volete usare la bici potete farlo perché le città danesi sono piene di piste ciclabili. Se volete comprarvi un’auto pensateci bene perché è molto costoso e potete pagare in tassa di registrazione 3 volte il valore dell’auto e altrettanto in assicurazione. Anche registrando la vostra auto costa lo stesso.

Corsi di lingua Danese

Anche se i corsi universitari sono in lingua inglese, per trovare un lavoro spesso la lingua danese è un requisito indispensabile. Il danese viene chiesto qualora il lavoro implichi un contatto con il cliente.
I corsi di lingua Danese sono gratuiti e si hanno a disposizione 3 anni per completarli. Inizialmente si fanno 250 ore di introduzione. - questa regola era valida fino all'anno scorso. 

I corsi di lingua danese sono a pagamento, si paga un deposito di 1250 corone danesi che dovrà essere pagato solo una volta. Nel caso in cui gli esami non vengono passati oppure non si raggiunge il limite minimo di presenze il deposito non viene restituito. 


Solo gli studenti che iniziano i corsi di danese nel 2017 sono soggetti a questa nuova regola. Coloro che erano già iscritti non sono soggetti al pagamento del deposito. 

Spero vi sia piaciuto 

Vi auguro una bellissima giornata!
A presto,
Georgia  


Next PostNewer Post Previous PostOlder Post Home

2 comments

  1. Ciao Georgia, ho letto di te sull'avvenire ! All'inizio pensavo fosse un articolo costruito e invece eccoti qui��! Da come scrivi sembra che per chi si rimbocca le maniche le opportunità non mancano. E questo mi da una grande fiducia. Sai ho due figli piccoli(10 anni e 5 anni) e penso spesso al loro futuro e penso al nostro sistema scolastico ,difficile ,caotico,non omogeneo diviso x classi sociali. Ecco sapere che esistono ragazzi che fanno queste esperienze é bello e motivante! I media dovrebbero diffondere queste notizie! Continua a scrivere , io continuerò a leggerti!! A presto, Antonio -da Milano

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Antonio, piacere di conoscerti e ti ringrazio per gli apprezzamenti rivolti al mio blog. Purtroppo in Italia al momento i giovani perdono tantissimo e si devono fare strada da soli ma lottando contro molte più difficoltà che in altri paesi. Spero che i tuoi figli potranno godere di un'educazione diversa e spero che fino a quando cresceranno il sistema cambierà.

      Delete